CULTURE DEL MONDO

conoscere, analizzare e interpretare

lunedì 25 aprile 2011

Master in Sicurezza Pubblica

IL MASTER IN SICUREZZA PUBBLICA

La medesima persuasione che ci incoraggiò a credere che nessun male è eterno o lungamente duraturo ci fa anche ritenere che la sicurezza più grande che si attui nelle cose finite è quella dell'amicizia.
Epicuro (Samo, 341 a.C. – Atene, 271 a.C)
LUM Jean Monnet e Campus Degli Studi e Delle Università di Pomezia

A.A. 2011/2012

L'11 settembre 2011 ricorrerà il decimo anniversario dell'attentato terroristico al World Trade Center di Manhattan.
L'attentato al simbolo della società e dell'economia globale che ha segnato indelebilmente la storia dell'Umanità, è ancor oggi impresso nelle nostre menti come un ologramma: noi avvertiamo continuamente la sensazione di vivere in un habitat del pericolo, così come è presente in noi un permanente stato d'insicurezza che genera in noi paura e tensione per la nostra incolumità e per quella delle generazioni future.
Il Master in Sicurezza Pubblica organizzato dalla LUM Jean Monnet e dal Campus degli Studi e delle Università di Pomezia per l'Anno Accademico 2011/2012 offre i più innovativi strumenti didattici per l'apprendimento delle più moderne ed innovative metodologie di analisi multidisciplinare utili ad interpretare i fenomeni criminali comuni, così come di quelli riconducibili alle organizzazioni criminali sia a livello locale che globale, le quali creano oggi degli stati d'insicurezza individuali e collettivi, talvolta amplificati dalla progressiva innovazione e diffusione delle tecnologie ICT e dei new media.
L'obiettivo del nostro Master in Sicurezza Pubblica è quello di fornire allo studente un’adeguata preparazione scientifica e tecnico-professionale per la definizione delle politiche sociali, strategie di prevenzione e d'intervento sia nei microcontesti che nei macrocontesti: la sicurezza è il valore sociale fondamentale necessario a sopire gli stati d'insicurezza nel sistema delle relazioni umane.
Il corpo docente è composto da personalità provenienti dal mondo accademico, dalle istituzioni e dalle aziende operanti nel campo della sicurezza che daranno allo studente del  corso la possibilità di approfondire le tematiche sulla sicurezza in chiave comparativa con riferimento alle best practices di prevenzione in ambito europeo.
Il corso si rivolge ai laureati del vecchio e nuovo ordinamento, ai diplomati in Servizio Sociale e corsi di studio affini, presso università italiane o in possesso di titolo conseguito presso università straniere e riconosciuto equipollente.
Alcuni posti sono riservati a cittadini non appartenenti all’Unione Europea.
Ai fini dell’attivazione degli stage previsti come parte costitutiva del master, sono state attivate convenzioni con Istituzioni pubbliche, centri di ricerca e aziende nazionali operanti in Italia e all'estero.
La partecipazione al master prevede un versamento di 3500 Euro pagabili in due rate così ripartite:
- 2000 Euro all’iscrizione;
- 1500 Euro come seconda rata, entro 4 mesi dall’inizio dell’attività didattica.
La frequenza è obbligatoria: per conseguire il titolo è necessario partecipare almeno all’80%del totale delle ore d’aula.

venerdì 16 gennaio 2009

Il senso democratico di Hamas

Cari amici,

tra la confusione mass mediatica guardiamo con attenzione quanto il dialogo sia talvolta cosa inutile. I valori della democrazia non vanno esportati. Altresì certi episodi vanno condannati e non difesi. Perchè a pagare saranno sempre i deboli.

In Palestina la lotta tra fazioni rivali è una realtà. Guerra nella guerra. La questione palestinese, prima ancora di quella israelo-palestinese è il perno intorno al quale ruota il dramma di questi giorni. Sicuramente il caos giova a qualcuno. Occorre riflettere con razionalità e mettere da parte l'emotività. Solo allora forse si verrà a capo di questa complicata vicenda.

Bourne

lunedì 8 dicembre 2008

Aggiornamenti sugli attentati di Mumbai

Una notizia dell'agenzia Reuters (di circa due ore fà) informa che dalla polizia pakistana è stato arrestato Zakiur Rehman Lakhwi, leader dell'organizzazione Lashkar-e-Taiba, probabile responsable degli attentati di Mumbai del 26 novembre 2008.

Bourne

Ascoltare in silenzio

pedonalfreebanner